Carlo Carzan

"Ci sono due lasciti inesauribili che dobbiamo sperare di trasmettere ai nostri figli: delle radici e delle ali"

Carlo Carzan da Scuola Ludens

Biografia

Nato a Palermo nel 1967, ha passato la sua infanzia giocando e in realtà non ha mai smesso. Nella sua vita ha realizzato già un sogno, lavorare giocando, anzi facendo giocare gli altri. Ha dato vita a Così per Gioco la prima ludoteca palermitana per ragazzi, ed a tantissime iniziative ludiche sin dai primi anni novanta. Crede profondamente nel gioco come strumento di crescita e di formazione e negli ultimi anni si è specializzato nella didattica ludica, cioè in metodologie didattiche non frontali, perché convinto che si può imparare giocando. Occupa la sua giornata scrivendo storie, giochi, progettando attività che poi realizza con ragazzi e adulti e si riposa leggendo e giocando con le sue due bambine. Si occupa di formazione per docenti e operatori ludici, di laboratori con i bambini, di animazione alla lettura, collabora con enti pubblici e privati, case editrici ed operatori culturali. Lui si ritiene un “Ludomastro”, ma se gli si chiede che lavoro svolge, fa parlare la sua piccola Chiara, che rispondendo alla domanda classica sul lavoro del suo papà, ha detto: “il mio papà insegna ai grandi come si gioca con i bambini” e ha poi aggiunto che il suo papà ha una specie di malattia, “il morbo di Peter Pan”, ma non è ancora certa che giocare sia un lavoro. Nel 2008 ha vinto il Ludo Award per il miglior libro a tema sul gioco con Il Calcio con le Dita e nel 2009 la sua associazione Così per Gioco ha vinto il premio Andersen come «protagonisti della promozione della cultura e della lettura».


Ultima uscita
Allenamente junior. Giochi e attività per allenare il cervello
Data pubblicazione: 2019
Editore: Editoriale Scienza
Pagine: 64
Altri lavori